Gasperini:Giovani?Mandragora è eccezione

"Mandragora? Mi capita spesso di incontrare di nuovo ragazzi che ho visto esordire. Era giovanissimo quando l'ha fatto con me nel Genoa: sta giocando con continuità, cosa difficile per un calciatore italiano in sé. Ce ne sono pochi, essere in campo è già un grande merito". Alla vigilia del match in casa dell'Udinese, Gian Piero Gasperini trova parole di elogio per il centrocampista avversario da lui lanciato al Genoa il 29 ottobre 2014, contro la Juventus. L'allenatore dell'Atalanta ne approfitta per ragionare sulla valorizzazione dei talenti dei vivai italiani: "C'è bisogno di uno spazio intermedio tra la categoria Primavera e i campionati professionistici. Lo sbocco attuale sono la B e la C, ma il salto verso i professionisti è enorme - ragiona Gasperini -. Spesso servono due o tre anni di passaggio in cui alcuni giocatori rischiano di perdersi, specie se intorno a loro ci sono attese eccessive. Anche i ragazzi che erano qui quando sono arrivato io avevano alle spalle anni di categorie inferiori".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. BergamoNews
  2. EcodiBergamo
  3. BergamoPost
  4. BergamoNews
  5. BergamoPost

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Premolo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...